La Tiella, le olive e le alici di Gaeta – storia tradizione e degustazione

Venerdi 25 e sabato 26 maggio a Gaeta dalle ore 18,00 storia, tradizione, degustazione e molto altro con la IX edizione de “La Tiella, le olive e le alici di Gaeta”, organizzazata da Associazione di Promozione Sociale Gaetavola e Comune di Gaeta.
Vera e propria fiera dell’eccellenza gastronomica di Gaeta e del territorio circostante, allestita come sempre, nella centralissima Piazza della Libertà, la manifestazione proporrà per due giorni prodotti tipici, cultura, musica e in questa edizione una nuova sezione dedicata agli antichi mestieri, offrendo spunti di riscoperta e valorizzazione di antichi sapori e tradizioni, anche attraverso le preparazioni dal vivo delle massaie.
La memoria storica di una comunità e di un territorio rappresenta un elemento fondamentale della sua identità e delle opportunità di crescita e sviluppo. Attraverso una seria ed approfondita ricerca l’Associazione Gaetavola da 10 anni sta svolgendo un lavoro di recupero che ha interessato, oltre alla storia e alla cultura del cibo e delle materie prime alimentari caratteristiche dei luoghi, anche il follaro, antica moneta del Ducato di Gaeta.
Questa moneta è parte integrante delle manifestazioni dell’Associazione, essendone divenuta il soldo di scambio ufficiale ( 1 follaro = 0,50 € cent ), e dallo scorso anno viene coniata in una lega metallica allo scopo di caratterizzarne maggiormente il valore storico culturale.
La regina di questi due giorni sarà senza ogni dubbio la Tiella, che è diventata ormai un prodotto conosciuto a livello nazionale, anche grazie all’attività svolta dall’associazione, e che da qualche anno si fregia del marchio De.C.O. ( Denominazione Comunale di Origine ); ma oltre alla tiella potranno essere degustate le altre nobili materie prime del luogo come le alici sotto sale e le olive di Gaeta.
Accanto a tutto ciò, venerdi 25 sera, avranno un ruolo importante nell’ evento gli antichi mestieri gaetani e del territorio con esposizione e lavorazione di attrezzi contadini, strumenti musicali popolari, legati all’antica tradizione del sciuscio gaetano, stramma e reti e strumenti della pesca.
Elementi che hanno accompagnato il duro lavoro di contadini e pescatori che, insieme alle massaie, hanno fatto la storia della nostra città e ci hanno tramandato tradizioni e culture che dobbiamo assolutamente conservare e diffondere.
In quest’ottica di recupero delle tradizioni gastronomiche e non solo e con l’idea di avvicinare sempre più persone ad un consumo alimentare consapevole, supportato dalla conoscenza delle origini dei cibi, sabato 26, subito dopo l’apertura degli stand degustazioni alle 18,00, “LaTiella in diretta” a cura delle Massaie di Gaeta, vere e uniche custodi dei segreti dell’antica ricetta, che mostreranno l’arte della stesura della sua sottilissima pasta e le modalità di preparazione dei suoi vari ripieni.
Varia anche l’offerta musicale con un progetto sicuramente ambizioso e specialmente tutto gaetano che praticamente esordisce al grande pubblico in questa edizione della tiella la sera di venerdi 25 – The P’zia jazz Band.
La P’zia Jazz band nasce agli inizi del 2012 nella taverna di una casa antica in località Arcella a Gaeta, vicino al forno dove la famiglia soprannominata degli P’zia circa cento anni fa cucinava il pane per tutti i suoi componenti. Ma l’idea della band nasce già mesi prima nella speranza di poter un giorno creare un complesso in stile Glenn miller Band, caratterizzato da una gran parte di fiati e che potesse suonare tutti i generi, dallo swing alla musica moderna.
Sabato 26 invece allieterano il pubblico presente un duo di chitarre, sempre gaetanissimo, una classica e una elettrica con un repertorio di Bossa Nova.
Ad accompagnare le varie degustazioni il vino dell’ Az. Agricola Contrada Terra di Lavoro di Tuoro – Loc. Le Monache – Sessa Aurunca (CE), ma di tre soci gaetani, e la birra servita allo stand “Bar Triestina” per un’offerta complessiva legata veramente alla città e al territorio circostante.

Info: www.gaetavola.org
info@gaetavola.org

Comments are closed.